Techno Fashion

L’approccio odierno alle nuove tecnologie tessili è di tipo olistico in quanto coinvolge diverse discipline scientifiche di studio. L’ingegneria, la chimica, l’informatica, la merceologia e le discipline artistiche e filosofiche, nonchè legate all’economia e al commercio, quali la moda, l’arte e il design. Parliamo dei materiali e dei tessuti più all’avanguardia, perle del XXI secolo e non solo, adottati dai più grandi stilisti di moda, soprattutto quelli che amano sperimentare nuove forme di abbigliamento, nuovi effetti e funzionalità.

url-23

I materiali e tessuti tecnologici o tecnici trovano applicazione in svariati ambiti industriali e nella moda acquisiscono una valenza rilevante in merito alla ricerca formale e funzionale. Si pensi agli stilisti più all’avanguardia, ai grandi ricercatori e sperimentatori del fashion, come i grandi  Issey MiyakeRei Kawakubo e Junya Watanabe di Commè De Garçon, Helmut Lang, Yohji Yamamoto, Thierry MuglerJean Paul Gaultier, … , che hanno realizzato le proprie collezioni adoperando tessuti dai materiali innovativi, capaci di creare effetti visivi e qualitativi mai visti e di sperimentare caratteristiche tecniche all’avanguardia.

url-22

Si pensi a Issey Miyake, il creatore di moda che non vuole e non può neppure essere semplicementedefinito stilista e alla sua collezione Matematica Tridimensionale, ai suoi capi in techno crêpes e ai tessuti manipolati tramite computer.

url-20url-21

I tessuti tecnici, chiamati anche  tessuti intelligenti, sono oggetto di studio e ricerca per un nuovo tipo di progettazione: il design interattivo. La tessitura non è più solo un involucro, bensì può diventare sensibile e trasformarsi. La materia può portare in sè funzioni legate alla sensorialità, diventare ricettiva al calore, alla luce o ad un suono, può espletare funzioni curiose, come quella di profumare o di cambiare colore sotto il monitoraggio di un computer e può assolvere compiti anche più ardui, come quello di sentire il battito cardiaco di un essere umano o decretarne lo stato di salute.

Sensazionale l’olandese Iris Van Herpen, ha trasmutato il fashion adoperando mezzi che superano le frontiere della tecnologia classica dell’abbigliamento. Vediamo da questo prototipo di sua opera la messa a frutto della tecnologia tridimensionale di stampa 3D e nuove tecniche di cucitura per realizzare con il supporto di Isaie Bloch e MGX abiti scultura in una veste architettonica.

Capriole-Iris-Van-Herpen-yatzer-20-1

Fanno parte della techno moda e dell’arte gli abiti scultura realizzati in fibra ottica e LED ad opera di Taegon Kim, esposti in diverse città del mondo. Si ricordi l’esibizione Fête des Lumières di Lione, in Francia, nel 2012. Sono abiti di luce assolutamente strabilianti.

url-19

Gli abiti si evolvono nelle forme e nelle funzioni. Prepariamoci ad un futuro avvincente nell’ambito delle creazioni techno.

url-18

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*